LA Compagnia Instabile

Compagnia Integrata delle U.O.C. di Salute Mentale di Puglianello e Morcone

LA (acronimo per Laboratorio ArtisticoCompagnia Instabile è una compagnia teatrale integrata costituita da pazienti, operatori e volontari afferenti all’Unità Operativa Complessa di Salute Mentale di Puglianello e Morcone (Azienda Sanitaria Locale di Benevento).

LA Compagnia Instabile è presente da più anni nell'ambito delle rassegne teatrali e ha posto alla base del suo operato artistico un concetto nuovo e forte, idee differenti di teatro e di disagio psichico.

Da circa quattro anni i Centri Diurni di Riabilitazione delle due Unità Operative, in collaborazione con la Cooperativa sociale La Fabbrica dei Sogni, hanno realizzato un laboratorio teatrale musicale che coinvolge circa 40 persone tra attori e cantanti ed oltre 30 musicisti

La Compagnia, forse unica nel panorama del teatro integrato italiano, vede il coinvolgimento diretto di psichiatri, psicologi, infermieri professionali ed operatori socio sanitari che insieme ai pazienti ed ai volontari hanno costituito un gruppo di lavoro il quale via via ha saputo strutturare un atteggiamento di fiducia collettiva orientato alla coesione, alla comprensione, al gioco e al riconoscimento della bellezza. Questa esperienza ha significato per tutti sperimentare una modalità di relazione interna in termini di lavoro “con la persona” e non “sulla persona”, consentendo in maniera particolare agli operatori sanitari in essa coinvolti,  il superamento del modello noi-loro tipico del paradigma medico.

L’idea portante del laboratorio è che tutti apprendano insieme ed insieme realizzino un progetto condiviso basandosi sul riconoscimento reciproco dei rispettivi talenti e bisogni. 

Tutto questo potrebbe essere ricondotto su un piano teorico a una attività di “recovery” collettiva, comunque realizzata attraverso un naturale percorso umano di integrazione tra le diverse anime della compagnia. “Ognuno si lascia prendere la mano dalla follia del teatro, della musica e dello stare insieme a prescindere dai ruoli e dalle problematiche personali” ha così brillantemente sintetizzato una paziente. E’ questo “clima” umano e relazionale il risultato terapeutico più significativo di questa esperienza in cui, quotidianamente ed ormai stabilmente, l’attenzione all’accoglienza, il calore e la bellezza delle persone, il talento di ognuno hanno consentito la definizione di una cultura condivisa e di uno stile operativo aperto alle sollecitazioni esterne e capace di rispettare la diversità e riconoscerla come valore e risorsa e non come pericolo o errore.

Sul piano spettacolare abbiamo individuato, nella ricerca di una tipologia di teatro musicale che assumesse sempre più caratteristiche di originalità derivanti dalle specificità di ogni attore coinvolto, la forma di spettacolo più inclusiva ed adeguata ad un’ampia platea di pazienti e più funzionale ai processi di integrazione della complessità personale e collettiva. Ma ancora più significativa è la considerazione che il teatro musicale rappresenta uno straordinario ed intrigante strumento di una piena e pregnante comunicazione della espressività e delle emozioni, tale da consentire agli spettatori di cogliere immediatamente ed intensamente la diversità e l’imperfezione nella loro bellezza e nel loro contenuto umano e sociale avverso lo stigma ed il pregiudizio.

Maurizio dott. Volpe - Responsabile del progetto teatrale “LA Compagnia Instabile”