Diversa-mente: il canovaccio

Il tema della diversità utilizzando testi originali e musiche liberamente adattate

Vincenzo Volpe è Pulcinella in Diversa-mente
Vincenzo Volpe è Pulcinella in Diversa-mente

La maschera di Pulcinella sale sul palco per introdurre e condurre gli spettatori, attraverso versi musicali, nelle vite di tutti coloro i quali vengono superficialmente definiti emarginati: gli attori si passano la maschera come un testimone, attraversando e descrivendo le situazioni e le condizioni sociali che in loro provocano disagi e incomprensioni.

I personaggi si muovono sul palco citando brevi dialoghi di apertura al nuovo testo cantato, reggendo un lieve filo narrativo che altro non vuol'essere che l'evoluzione di uno sguardo in movimento sulla finestra del mondo.

La scaletta musicale

Apre Bocca di rosa di Fabrizio De Andrè nel riadattamento di Peppe Barra, magistralmente interpretata da Antonello Botte; segue Il paradiso dei calzini di Vinicio Capossela; Clandestino di Manu Chao; Pablo di Francesco De Gregori; Vengo anch'io di Enzo Jannacci; Un Matto e Un Ottico di Fabrizio De Andrè; e a chiudere Una formica è solo una formica, la canzone della speranza tratta dal musical di Garinei e Giovannini "Aggiungi un posto a tavola" con Alida Chelli e Johnny Dorelli.

lunedì 1 aprile 2013